IL DIRITTO DEL SOCIO DELLA CONTROLLANTE DI CONSULTARE ED ESTRARRE COPIA DELLA DOCUMENTAZIONE SOCIALE E CONTABILE DELLA SOCIETÀ CONTROLLATA

Tribunale di Venezia, Sezione Specializzata in Materia di Impresa – Ordinanza del 19.9.2020 “L’accesso alla documentazione previsto per le s.r.l. ha carattere tipico, e attiene alla documentazione amministrativa e sociale della s.r.l.. Ma poiché il diritto di accesso ha ad oggetto quanto attiene alla amministrazione della società, nell’ambito dell’art. 2476 comma 2 c.c. rientra anche…

Dettagli

BREVI RIFLESSIONI SUL RILIEVO DELLA DISTINZIONE TRA SOCIETÀ CHIUSE E APERTE. ATTUALITÀ E PROSPETTIVE

Sono “chiuse” le società che non fanno ricorso al mercato del capitale di rischio e sono “aperte” quelle che per converso vi fanno ricorso. Si può poi ulteriormente distinguere tra le società chiuse in senso stretto, per le quali sussiste una preclusione giuridica rispetto all’ingresso nel mercato dei capitali di rischio (come avviene nella private…

Dettagli

ANNULLAMENTO DEL LODO ARBITRALE EMESSO AL DI FUORI DEI LIMITI SOGGETTIVI DELLA CLAUSOLA COMPROMISSORIA STATUTARIA – TRIBUNALE DI VENEZIA, SEZIONE SPECIALIZZATA IN MATERIA DI IMPRESA, SENTENZA DEL 19.2.2020, PUBBLICATA IN DATA 21.2.2020 – PRES. REL. DOTT.SSA LINA TOSI

Con la sentenza emessa il 19.2.2020 e pubblicata in data 21.2.2020, il Tribunale di Venezia, Sezione Specializzata in materia d’impresa, ha annullato un provvedimento di lodo di arbitrato irrituale che aveva condannato una s.r.l. a pagare agli eredi della socia defunta una somma di denaro a titolo di liquidazione del valore della quota della de…

Dettagli

LA SARTORIALIÀ DEGLI ASSETTI

Nell’ambito di quelle norme del d. lgs n. 14/2019, che sono già entrate in vigore (precisamente, dal 16 marzo scorso), assume un’importanza centrale l’art. 375, 2 c., il quale, oltre a mutare la rubrica dell’art. 2086 c.c., lo ha integrato con un secondo comma, ai sensi del quale l’imprenditore che operi in forma societaria o…

Dettagli

La riapertura del fallimento ex art. 121 l.fall. dichiarata dal Tribunale di Padova con sentenza del 16.01.2020 e l’applicazione dell’art. 72-quater l.fall. al caso di risoluzione di un contratto di locazione finanziaria in data antecedente al fallimento con successiva cessione del bene immobile oggetto del medesimo contratto all’interno di un Fondo Comune di Investimento Immobiliare di tipo chiuso.

Il Tribunale di Padova con sentenza del 16.01.2020 ha dichiarato ex art. 121 l.fall. la riapertura di un fallimento per la presenza di attività nel patrimonio del fallito, originando, in tal modo, alcuni risvolti giuridici di particolare interesse nell’interpretazione dell’art. 72-quater l.fall.- Tuttavia, prima di procedere ad analizzare il merito della pronuncia in parola appare…

Dettagli

Lo statuto. I punti cardine da esaminare: la trasferibilità della partecipazione sociale

Lo statuto è l’atto che disciplina l’organizzazione interna ed il funzionamento della società nel rispetto delle norme inderogabili poste dal codice civile. Chi intenda entrare a far parte di una società in modo consapevole, pertanto, dovrà esaminare la disciplina statutaria soprattutto con riferimento a temi fondamentali quali: le maggioranze richieste per l’assunzione delle decisioni (o…

Dettagli

L’EPILOGO DELLA TESI DEL PROFESSIONISTA DI “RIMBALZO” AI FINI DELLA QUALIFICAZIONE DEL FIDEIUSSORE QUALE CONSUMATORE ALLA LUCE DELLA RECENTISSIMA ORDINANZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE N. 742 DEL 16.1.2020

Con l’ordinanza n. 742 del 16.1.2020 la Corte di Cassazione è giunta – finalmente – a pronunciarsi in ordine alla vexata quaestio della automatica esclusione dalla qualifica di consumatore al fideiussore che garantisce un debito di un soggetto professionale, anche se estraneo all’attività imprenditoriale dell’impresa. La Suprema Corte, secondo una costante linea interpretativa, si è…

Dettagli

E’ POSSIBILE CONCEDERE UNA “SECONDA” PROROGA DEL TERMINE PER IL DEPOSITO DEL PIANO E DELLA PROPOSTA DI CONCORDATO. TRIBUNALE DI VERONA DEL 10 GENNAIO 2020.

La fattispecie sottoposta al giudizio del Tribunale di Verona, riguarda una società debitrice che ha presentato il ricorso ex art. 161 sesto comma l.f. in relazione al quale, stante la pendenza di istanze di fallimento, il Tribunale di Verona ha concesso inizialmente il termine di 60 giorni ex art. 161 ultimo comma l.f., successivamente prorogato…

Dettagli

FALCIDIABILITÀ DELL’IVA NEL SOVRAINDEBITAMENTO: CORTE COSTITUZIONALE DEL 29.11.2019, N. 245

Con la sentenza n. 245 del 29 novembre 2019, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 7, comma 1, terzo periodo, della L. n. 3/2012 (Disposizioni in materia di usura e di estorsione, nonché di composizione delle crisi da sovraindebitamento), limitatamente alle parole “all’imposta sul valore aggiunto”. Tale norma prevede che il piano nel…

Dettagli

IL RICONOSCIMENTO DELLA PREDEDUZIONE DEL CREDITO DELL’ADVISOR LEGALE NEL FALLIMENTO CONSEGUENTE AL CONCORDATO REVOCATO. CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I°, DEL 28.10.2019 N. 27538

Con l’ordinanza n. 27538 del 28.10.2019 la Suprema Corte di Cassazione ha riconosciuto che il credito del professionista (nel caso di specie advisor legale) che ha prestato la propria attività a favore di un’impresa ammessa alla procedura di concordato preventivo, in seguito revocata per difetto di fattibilità giuridica ex art. 173 ultimo comma l.f., deve…

Dettagli

È ESPERIBILE UN’AZIONE REVOCATORIA NEI CONFRONTI DI UN FALLIMENTO? LA PAROLA (DI NUOVO) ALLE SEZIONI UNITE.

Con l’ordinanza n. 19881 del 23.7.2019 la Corte di Cassazione torna a pronunciarsi sull’annosa questione dell’esperibilità dell’azione revocatoria nei confronti di un fallimento. Il problema sembrava essere stato definitivamente risolto dalla pronuncia a Sezioni Unite resa dalla stessa Corte con la sentenza n. 30416 del 23.11.2018 a mezzo della quale era stata ritenuta “inammissibile l’azione…

Dettagli